Autore: admin

Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella

Una Chiesa al tramonto: Romagna XVIII secolo – tributo a Pupi Avati

Chiesa al tramonto
Romagna XVIII secolo – tributo a Pupi Avati

Indietro

Tributo all’Arcano incantatore di Pupi Avati

Lavoro liberamente tratto da uno dei luoghi citati nel film “L’Arcano Incantatore” di Pupi Avati, ambientato nella Romagna del Diciottesimo secolo.
Nella scena ho ricostruito la parrocchiale in cui giunge il protagonista, sul far della sera, dopo la sua fuga da Bologna.


Software utilizzati

Blender 3.2 EeveeSubstance Painter

Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo
Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo
Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo
Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo
Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo
Cristian Boiardi - una chiesa nella Romagna del XVIII secolo


Indietro

Continua a leggere

Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella

Il Sepolcro di Cecilia Metella

Il sepolcro
di Cecilia Metella

G.B. Piranesi - il sepolcro di Cecilia Metella
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella mix channel
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella

Indietro

L’ORIGINALE

“Il sepolcro di Cecilia Metella”

Il sepolcro di Cecilia Metella“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto del mausoleo di Cecilia Metella come doveva presentarsi agli occhi di Piranesi nel tra il 1745 e il 1778.

L’iscrizione sulla stampa recita posta alla base della stampa recita: “Sepolcro di Cecilia Metella or detto Capo di bove fuori della porta di S. Sebastiano su l’antica via Appia A. Construttura co’merli aggiuntavi ne tempi bassi B. Rovine di altre fortificazioni de medesimi tempi”.

Il sepolcro di Cecilia Metella“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto del mausoleo di Cecilia Metella come doveva presentarsi agli occhi di Piranesi nel tra il 1745 e il 1778.

L’iscrizione sulla stampa recita posta alla base della stampa recita: “Sepolcro di Cecilia Metella or detto Capo di bove fuori della porta di S. Sebastiano su l’antica via Appia A. Construttura co’merli aggiuntavi ne tempi bassi B. Rovine di altre fortificazioni de medesimi tempi”.


Software utilizzati

Blender 3.1 CyclesSubstance Painter

Cristian Boiardi -Sepolcro di Cecilia Metella
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella mix channel
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella
Cristian Boiardi - Sepolcro di Cecilia Metella

Articoli Correlati


Indietro

Continua a leggere

Cristian Boiardi - Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità

Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità

Veduta del tempio
di Cibele

in Piazza della Bocca della Verità

giovanni-battista-piranesi
Cristian Boiardi - Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità

Indietro

L’ORIGINALE

“Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità”

Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto dei resti del tempio di Cibele, oggi attribuito al culto di Ercole Vincitore.

Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto dei resti del tempio di Cibele, oggi attribuito al culto di Ercole Vincitore.


Software utilizzati

Blender 3.1 CyclesSubstance Painter

Cristian Boiardi - Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità
Cristian Boiardi - Veduta del tempio di Cibele in Piazza della Bocca della Verità

Articoli Correlati


Indietro

Continua a leggere

TG 63-200 modello 3D per la realtà aumentata

Indietro

TG 63-200
Modello 3D lowpoly per la realtà aumentata

Lo scopo di questo progetto era realizzare un modello 3D, animato e dall’aspetto realistico, in grado di essere visualizzato in realtà aumentata attraverso un filtro Instagram restando all’interno di un limite di paso estremamente contenuto: 4 Mb.

Il primo step ha visto un intenso lavoro di modellazione con una ricerca di sintesi dei numerosi elementi che compongono la macchina. Attraverso un complesso lavoro di ottimizzazione poligonale sono arrivato ad un ottimo compromesso tra peso/numero poligoni e qualità.
Il secondo step è stato quello della realizzazione delle texture il cui scopo era quello di attribuire maggiore veridicità al modello andando ad integrare quei dettagli che, per ragioni di peso, non sono stati sviluppati in fase di modellazione.

Concluso il modello si è passati alla fase di animazione e produzione di un filtro Instagram creato grazie alla preziosa collaborazione con lo studio Piotar Boa.

Il risultato lo potete osservare utilizzando il filtro Instagram attraverso la pagina IG 
della Pagani Geotechical Equipment


TG 63-200 modello per Realtà Aumentata - filtro Instagram
TG 63-200 modello 3D animato per Realtà Aumentata - filtro Instagram
TG 63-200 modello 3D animato per Realtà Aumentata - filtro Instagram
TG 63-200 modello 3D animato per Realtà Aumentata - filtro Instagram


Software utilizzati

Blender 3 Substance Painter Spark AR


Indietro

Continua a leggere

La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi

La piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi

La Piramide
di Caio Cestio

al tempo di Piranesi

La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi
La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi

Indietro

L’ORIGINALE

La Piramide di Caio Cestio

La Piramide di Caio Cestio“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto dei resti della Piramide come doveva presentarsi agli occhi di Piranesi nel 1756.

Dalla metà del ‘600 sino all’800 era di moda svolgere un viaggio in Italia, sulle tracce dell’antica cultura classica, questo viaggio prendeva il nome di “Grand Tour” (le radici di quell’arte romantica che di li a poco arriverà la possiamo, a mio parere, già trovare qui. Goethe stesso scriverà proprio del suo viaggio in Italia). Attorno ad esso fiorì in Italia una densissima produzione di veri e propri souvenir che andavano dalle rappresentazioni su tela/incisioni e acqueforti alla produzione di oggetti e fake per cui i Granturisti (appartenenti alla nobiltà e all’alta borghesia) andavano pazzi. Nel caso delle rappresentazioni delle rovine spesso gli artisti si prendevano delle licenze tese ad esasperare la monumentalità soverchiante rispetto all’umano, simbolo della monumentalità della cultura che le generò.

La Piramide di Caio Cestio“.
Contenuta nella raccolta “Vedute di Roma” della collezione del Duca di Wellington, ritrae l’aspetto dei resti della Piramide come doveva presentarsi agli occhi di Piranesi nel 1756.

Dalla metà del ‘600 sino all’800 era di moda svolgere un viaggio in Italia, sulle tracce dell’antica cultura classica, questo viaggio prendeva il nome di “Grand Tour” (le radici di quell’arte romantica che di li a poco arriverà la possiamo, a mio parere, già trovare qui. Goethe stesso scriverà proprio del suo viaggio in Italia). Attorno ad esso fiorì in Italia una densissima produzione di veri e propri souvenir che andavano dalle rappresentazioni su tela/incisioni e acqueforti alla produzione di oggetti e fake per cui i Granturisti (appartenenti alla nobiltà e all’alta borghesia) andavano pazzi. Nel caso delle rappresentazioni delle rovine spesso gli artisti si prendevano delle licenze tese ad esasperare la monumentalità soverchiante rispetto all’umano, simbolo della monumentalità della cultura che le generò.


Software utilizzati

Blender 3.0.1 Cycles

La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi
La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi
La Piramide di Caio Cestio al tempo di Piranesi

Articoli Correlati


Indietro

Continua a leggere

LA BASILICA DI MASSENZIO AL TEMPO DI PIRANESI SI AGGIUDICA IL BEST OF BLENDER ARTISTS AWARD 2021

Indietro


La “Basilca di Massenzio al tempo di Piranesi” si aggiudica il Best Blender Artist Award 2021

Cristian Boiardi - ricostruzione della Basilica di Massenzio al tempo di Piranesi

L’opera di gitale è stata selezionata tra le migliori nella community globale dei Blender Artist per essere candidata ai Best Blender Awards 2021 nella categoria “Exterior Architecture”, aggiudicandosi il 3° posto.

I Best Blender Awards rappresentano uno dei contest più prestigiosi all’interno della community dei Blender Artist che vanta la presenza di artisti di altissimo livello di tutto il mondo. 


VAI ALLA PAGINA DEI
Be.B.A. 2021 WINNER

Blender Artist logo


Scopri di più sulla “Basilica di Massenzio”



Indietro

Continua a leggere

iPhone 12 Pro disponibile all’acquisto

Indietro


IPHONE 12 PRO 3D MOCKUP:
DA OGGI DISPONIBILE ALL’ACQUISTO

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

CARATTERISTICHE

Il modello è stato realizzato con la versione di Blender 2.93 e ottimizzato per i rendering con Cycles e Eevee.
I materiali sono principalmente PBR fatta eccezione per il display, il led e il retro (texture + Roughness map), questo per permettere di intervenire con semplicità nella gestione del colore, dei riflessi e delle superfici in generale, oltre che attribuire minor peso al modello stesso.


CONTENUTO DEL PACK

  • Cristian Boiardi - iPhone 12 Pro - mockup

    1 modello .blend con parti interamente separate

    tutti gli elementi sono collegati con un parent alla cronice sello smartphone, in modo da permettere una più semplice modifica delle parti

    Il pacchetto contiene tutte le texture

  • 1 modello unico .blend

    tutti gli elementi sono fusi mediante un joint per facilitare l’utilizzo del modello, per chi non ha necessità di manipolarlo.

    Il pacchetto contiene tutte le texture

  • 1 modello OBJ

    il pack contiene un file con dei suggerimenti per il reset di alcune parti dato che questo formato non supporta alcuni effetti di opalescenza o traslucidi.

    Il pacchetto contiene tutte le texture e il file .mtl


DOVE SI ACQUISTA

Il modello è disponibile sulle piattaforme

  • Artstation

  • Turbosquid store



Indietro

Continua a leggere

© Cristian Boiardi. Tutti i diritti sulle immagini e i contenuti sono riservati.
P.IVA 01520320332